Il drive del senior

Secondo il grande Ben Hogan il driver è il bastone più importante della sacca. In effetti, insieme al putter e al sand wedge, esso è uno dei tre bastoni più utilizzati dal giocatore durante un giro.
Iniziare bene una buca attraverso un buon drive ha molteplici vantaggi: predispone la situazione in maniera positiva, dà morale e fiducia e, non per ultimo, facilita il secondo colpo al green o l’avvicinamento ad esso.
In generale, dal punto di vista tecnico, il gioco con il driver richiede alcuni piccoli accorgimenti rispetto, ad esempio, al classico gioco con i ferri. Questi possono essere così facilmente sintetizzati:

• Lo stance (la posizione dei piedi) è un po’ più larga del normale (quindi i piedi sono un po’ più larghi delle spalle);
• La palla si sposta leggermente in avanti nello stance, sotto l’articolazione della spalla sinistra, ovvero al di sotto di quello che viene definito come il centro della rotazione del bastone (in termini più semplici la palla va messa in linea con l’interno del tallone sinistro);
• Il peso del corpo graverà appena di più sul piede destro in fase di address (all’incirca 60% piede destro, 40% piede sinistro);
• Il tee va messo alto, in modo tale che metà della palla spunti dal profilo superiore della testa del driver;
• Lo shaft del driver va posizionato diritto, verso il centro del corpo, e non leggermente inclinato verso l’inguine sinistro come per i ferri;
• L’angolo di attacco del bastone nell’area di impatto sarà più orizzontale rispetto ai ferri, e la palla sarà colpita in fase leggermente ascendente della testa del bastone.

Ciò premesso, il giocatore senior che, nel corso del tempo, ha naturalmente perso un po’ di flessibilità nonché di velocità della testa del bastone richiede, rispetto ai punti appena espressi, di apportare ancora alcuni piccoli accorgimenti rispetto ai concetti standard appena spiegati, nonché di prestare attenzione a certi punti salienti che possono contribuire in maniera decisiva a migliorare il proprio gioco.

ASPETTI TECNICI PER IL SENIOR

– La larghezza dello stance, seppur aumentata, non va portata ai suoi livelli ottimali, in quanto una maggior larghezza equivale ad una maggior stabilità ma, nel contempo, ad una minor mobilità, aspetto quest’ultimo che il giocatore senior non può certamente permettersi (in sintesi: allargare un po’ i piedi rispetto al gioco con i ferri, ma senza esagerare);
– Nei casi estremi di scarsa capacità di ruotare le spalle nella salita può essere utile partire con le linee del corpo (piedi, fianchi e spalle) allineate in partenza già un po’ verso destra (la cosiddetta posizione chiusa) il tutto per dar vita ad una salita con una posizione preliminare già parzialmente ruotata, e compensata successivamente all’impatto da un maggior rilascio delle mani;
– Stare un po’ più dritti con il corpo in fase di set-up (più il busto si inclina in avanti e più si ha stabilità, ma nuovamente si compromette la mobilità);
– Eliminare dal proprio gioco i colpi troppo alti, tagliati e corti (palline a destra) a favore invece di soluzioni nelle quali la palla percorra più strada (leggeri hook, pull, draw e, ovviamente, colpi diritti)
– Ricercare una traiettoria di discesa del bastone un po’ più dall’interno, con molto release (rilascio rapido della testa del bastone) e con cross-over (rotazione antioraria degli avambracci e sovrapposizione dell’avambraccio destro sul sinistro dopo l’impatto).

ASPETTI ATLETICI PER IL SENIOR

– Lavorare sulla propria mobilità e flessibilità (ad esempio attraverso lo yoga, il pilates, la fisioterapia, esercizi di palestra specifici, etc.)
– Eseguire un corretto riscaldamento prima di iniziare la pratica (rotazioni del corpo, rotazione degli avambracci, circonduzione delle braccia, caricamento dei polsi, etc.)

ASPETTI DI CLUB FITTING PER IL SENIOR

– Assicurarsi di possedere un driver con la giusta flessibilità per il proprio gioco (L=velocità basse/Sen=velocità classica del senior/R=velocità un po’ più alte);
– Assicurarsi di possedere un driver con il giusto loft per il proprio gioco (indicativamente oscillante tra i 10 ed i 13 gradi)
– Possedere un driver dal volume della testa di 460cc;
– Nei casi di colpi a destra ripetuti valutare la possibilità di acquistare un driver (o di settarlo) in modalità draw.

Vi auguro un buon apprendimento, nonché di divertirvi il più possibile durante il vostro gioco!

By |2017-12-06T15:29:52+00:00luglio 18th, 2017|Tecnica|